.
Annunci online

brokenby
Il caos calmo che ho dentro
31 ottobre 2010
il tempo passa e tu non passi mai

 

Allora non basta ricordare. Il puro esistere
di quegli istanti duri sul mio fondo,
deposito di una soluzione
immensamente satura. Perché
io non ti ricordo, ciò che sono
per amor tuo mi commuove. Io non t'invento
in luoghi tristi che perdettero calore
quando tu te ne andasti. Ed anche il tuo non esserci
caldo è di te ed è più vero, è più
del tuo mancarmi. La nostalgia sfuma
troppo spesso nel vago. Perché slanciarmi fuori
mentre il tuo influsso forse è solo su me lieve
come raggio di luna sul davanzale.

 

 




permalink | inviato da dipingimieiokki il 31/10/2010 alle 18:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
30 agosto 2010
senza peso senza affanno
 
 
E ancora non so se il ricordo è qualcosa che hai,
o qualcosa che hai perso.



permalink | inviato da dipingimieiokki il 30/8/2010 alle 23:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
21 luglio 2010
grazie a te

Pessimo pessimo pessimo mese.

Non credo ci sia bisogno che lo dica io ma la università sta veramente annaspando nel fango (mi congratulo con me stessa, sembro una brava boyscout che evita le parolaccie).

L'università mi sembrava la bolla sicura in cui cullarmi prima di essere lanciata in pasto alla realtà della disoccupazione.

Mi alzo la mattina , corro per prendere il treno, mi accalco come tutti nella metropolitana , studio, faccio gli esami , mi godo le attenzione telefoniche dei miei fratelli, insomma ho uno scopo nella vita. Un motivo per dire oggi devo alzarmi per fare questo.

L'idea di non aver qualcosa da fare nell'immediato futuro mi ha gettato nel panico , o semplicemente nella realtà.

Mi ha dato un assaggio dello sconforto che proverò quando a testa bassa sarò risultata non idonea anch'io a qualche maxi-concorsone in via flegrea.

Forse chi non è all'interno dell'università ancora non può saperlo , o ancora non comprende appieno la gravità della cosa.

A luglio c'è stato il blocco degli esami e delle tesi di laurea per due settimane. I professori hanno iniziato a levare anche gli appelli di settembre e parlano di blocco accademico per tutto l'anno.

Se a ricevimento gli si chiede qualche spiegazioni s'improvvisano tutti contro-nano e con un fervore degno di Santore uniscono improperi contro al Berlusca e al minzolin a frasi rubate da un editoriale di Scalfari.

Orbene quali alternative trovare a un probabile anno di stop scolastico?

Si accettano suggerimenti , o racconti di esperienze altrettanto sconfortanti.




permalink | inviato da dipingimieiokki il 21/7/2010 alle 22:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
18 aprile 2010
Occhiali blu
Penso seriamente che da oggi in poi trasformerò il mio cannocchiale in un incrocio tra twitter e facebook , ovvero scriverò post di un massimo di cinque righi con la frequenza di due volte al giorno.
Giusto per dare un pò di soddisfazione a questo blog che soffre di carestia,  alimentato com'è appena una volta al mese dalla mie malsane confessioni.
Ovviamente so che non riuscirò a farlo , ma anche il solo ipotizzarlo mette un pò di buon umore e  acquieta la coscienza , un pò come quando progetti di fare la dieta.
A tal proposito ho avuto un interessante panoramica su quelli che sono gli effetti benefici della sigaretta ai fini della dieta.  Iniziare a fumare può essere un ottimo modo per aiutarsi con la dieta , almeno per i primi tempi. Questo a detta del mio interlocutore.
è stato affascinante ascoltarlo , un pò come quando ascolti un leghista del sud o un fan di gigi d'alessio.
Che ci fosse in lui qualcosa di strano dovevo capirlo quando con la maglietta di che guevara addosso mi confessò di ammirare come politico italiano Fini. Andiamo Fini, il porco pulito!
Accade sempre questo, vedo sempre un 'altra persona rispetto a quella che mi sta davanti.
Fino ad ora è come se fossi uscita con qualche proiezione mentale di mia fantasia che si è sfaldata tra le mani in tutta la sua idiozia.
Mi consola sapere che questo accade un  pò a tutti , facciamo tanto affinchè le persone ci inquadrino in certi aggettivi e poi ci accorgiamo di parlare lingue diverse.
Ad esempio io speravo tanto che mi vedesse come una delle malinconiche donne di dylan dog mentre lui mi immaginava dentro una di quelle tutine aderenti dei manga giapponesi.
Insomma , diversi vocabolari.



permalink | inviato da dipingimieiokki il 18/4/2010 alle 22:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
18 marzo 2010
come i sassi e fili d'erba non avere identità
Cosa dici quando dici casa?
Per me casa è quel'incredibile ammasso di libri , foto e vestiti spaiati  in un volume sempre troppo grande da riempire, che ingloba in sè sempre nuova roba , nuovi oggetti, nuove parole e sembra quasi che le nasconda in qualche ventre nascosto perchè lo spazio ben visibile è ancora troppo grande.
Le cornici racchiudono in sè un calore irreale che credo di provare quando giro lo sguardo su qualche viso ma che in realtà nessuno emana , e non percepisco più niente.
Però riesco a sentire il calore dei ricordi , quello si , quello forse è l'unica cosa reale , più di tutte le cornici , i cappelli e le parole, più di tutti i souvenir che costeggiano le mensole, i quadri che si rincorrono lungo una parete  e tutti i residui di una famiglia di tanto tempo fa.
I ricordi danno uno strano calore all'altezza del cervello , come una corona immaginaria all'altezza della fronte.
I  ricordi sono tangibili , hanno una loro reale collocazione e a volte sembra che stiano lì ad aspettarti , come qualcuno che ti sussurra un bentornato quando rientri a casa.
Quel calore lo sento quasi ovunque se vago nelle zone più disordinate del mio mondo, tra la polvere e il dimenticatoio.C'è una zona strategica per i ricordi , bisogna tenerli lontano dalla quotidianità ma mai nascosti del tutto, in sala d'aspetto dietro qualche angolo  o dietro l'ombra di un grande armadio. Al di fuori della portata degli occhi ma abbastanza prossimi al contatto.
Forse c'è da qualche parte nella parete un grosso buco nero che riuscchia tutto liberando sempre nuovo spazio nella mia mente e nella mia casa .
Forse si ci anestetizza dopo un pò al senso di solitudine tanto da far diventare tutto una casa dentro la quale non si ci può entrare , come se un nuovo corpo potesse rovinare quella strana e disordinata armonia dei volumi, quel compromesso tra passato e presente che tanto fatico a tenere a bada affinchè nessuno prevalichi.
A volte è solo illusione ottica , giochi di geometria ed ombre a ingigantire o rimpicciolire a proprio piacimento gli spazi della mia memoria e della mia stanza che ormai si assomigliano così tanto da aver raggiunto il medesimo stato di confusione.



permalink | inviato da dipingimieiokki il 18/3/2010 alle 23:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
28 novembre 2009
Satura

 

 

 

 




permalink | inviato da dipingimieiokki il 28/11/2009 alle 0:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
15 novembre 2009
Hoppa i polla!

 

 

 

Devo rivalutare novembre . o forse più semplicemente devo rivalutare QUESTO novembre.

Non importa se  la mia laurea  vale meno di zero, adesso non contano le tasse esorbitanti , la crisi , la difficoltà nel trovare un lavoro da qui ai prossimi dieci anni , la multa da 67 euro, l'aumento del latte , lo specchietto rotto , le scarpe rovinate e la parete coperta di umido perchè nonostante tutto ho un piano.

 

Oddio ,mette entusiasmo l'idea di avere un piano.

Il piano è semplice e riciclato, banale ma efficace : lavoro estivo.

Adesso me ne starò buona buona a studiare per la specialistica per poi rifarmi  ad agosto e settembre quando  partirò per qualche posto a fare qualcosa ( ho detto di avere un piano , non un piano ben definito) , anche se stavolta  ho già i contatti , ho già le informazioni , ho già la richiesta fatta ,ho già tutto. 

Sempre che rimanga della stessa opinione per i prossimi tre giorni, a pensarci bene ho un pò paura del mare aperto.

Il lavoro non sembra nulla di che , si tratta  di stare in piedi per 20 ore di seguito sorridendo e portando bibite ai passeggeri di una nave da crociera.

Sembra anche carino a pensarla così .       

In fondo starò su una nave da crociera, sono carine le navi da crociera.

 In fondo è una nave quindi sarà sicura.

         ...

La verità è che ho un pò paura , sarebbe la prima volta che parto per lavorare da sola . In realtà sarebbe la prima volta che parto da sola , e poi il mare aperto un pò mi fa paura.

Io  non ci sono nemmeno mai stata su una nave , potrei anche soffrire di mal di mare ,questo non posso saperlo e in più non so camminare sui tacchi alti ,il che è un grande svantaggio .

I pavimenti delle navi sono sempre tirate a lucido e ricoperte di cera  ( almeno nel mio immaginario ) e , vista la mia imbranataggine dovuta ai tacchi ,camminando sui quei ponti così lucidi potrei anche scivolare e finire in mare . Oppure potrei sporgermi troppo e dato che sono più alta potrei nuovamente cadere in mare.

Sono solo ipotesi da tenere in considerazione, insomma non sto cercando scuse.

Mi piace fare esperienza , questa sarà un altro capitolo della serie "lasciamoci sfruttare"da aggiungere a  quello animatrice ( non per villaggi , orrore!), guida scavi , cameriera …

 

Ok , lo ammetto la chiusura di napolipiù è stato davvero un duro colpo,  rimpiango i tempi in cui tutto  consisteva nel vedere l'Eldo o la Legea ed approfittare dei buffet gratis.

 Bei tempi di una volta.

 

Nel frattempo si tratta solo di attenersi allo stretto necessario e non ci vorrà molto.

Ovviamente i costi  per lo spettacolo di Guzzanti e De Gregori rientrano tra le spese necessarie.

Ed io che mi preoccupavo , è cosi facile risolvere i problemi a volte !

Hoppípolla
I engum stígvélum
Allur rennvotur (rennblautur)
I engum stígvélum

Hoppípolla ...

 

 




permalink | inviato da dipingimieiokki il 15/11/2009 alle 22:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
23 ottobre 2009
Napoli allagata

 

 

Che cosa meravigliosa la stazione di Napoli .
Devo ammettere che avevo una concezione un pò ristretta dell'aggettivo allagato .
Insomma pensavo che per stazione allagata s'intendesse il pavimento , qualche pozzanghera vicino alla banchina o qualche leggero ma pericoloso gocciolare dall'alto.
Mi sono dovuta ricredere e se non fosse stato per il cupo e grigio ambiente sotteraneo avrei potuto anche iniziare a fantasticare immaginando di stare vicino a qualche pericoloso ed eccitante torrente tropicale.
In reatà ero troppo incredula perfino per perdermi in qualcuna delle mie assurde fantasie , insomma nove di sera ,nessuna possibilità di ritorno a casa , ragazzi che filmano eccitati l'eventi, signori di mezz'età che si lanciano in urlanti monologhi social-politici-eversivi-culturali contro i capo-stazione , contro le ferrovie dello stato , contro il governo , contro la sinistra , contro la camorra, contro i cittadini , contro il comune , contro la pioggia , contro chi ha costruito la stazione , contro il tombino , contro chi ha costruito il tombino...

C’era una signora che mi faceva anche un po’ pena e che continua a chiedere al capo-stazione tra quante ore si sarebbe risolta la cosa , ripetendo che doveva tornare a casa , preparare la cena ecc ecc ecc…

Avevo quasi voglia di andarle vicino e dirle che sarebbe stato meglio iniziare a cercare un posticino in cui accucciarsi per notte facendo attenzione a non invadere il territorio di qualche barbone ma temevo di sembrare indelicata.

Meglio buttarla sul ridere...

Ecco un bel video dell'evento!
http://www.youreporter.it/video_Stazione_metro_allagata_studenti_e_lavoratori_bloccati_1




permalink | inviato da dipingimieiokki il 23/10/2009 alle 14:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
27 settembre 2009
H-2

 

 

Amo le cose sospese.Amo le sospensioni , i ritardi e le incompiutezze.

 

Eccomi tornata di nuovo , stavolta da Ancona . Si sa , settembre è delle città italiane.

Stavolta tornata per rimanere un pò , almeno fino al prossimo giro , al prossimo ponte , alla prossima occasione.

Però adesso non sono più mica tanto contenta di essere tornata , ho sbagliato qualche scelta? Rimpiango Firenze? No ....dai mica tanto . Niente rimpianti. Ci sarà tempo per Firenze , è inutile andarsene quando si ha così poco di concreto. Quando mi trasferirò in una nuova città sarà perchè avrò raggiunto tutto ciò che potevo raggiungere qui , così non avrò nulla di cui recriminarmi. Non è per pigrizia , paura di solitudine o di novità al contrario , io desidero tutto questo, io programmo tutto ciò che faccio in funzione di questo, lo so sembra terribile detto così.

è solo che alla fine si trovano sempre mille pretesti per tornare , ed io voglio evitare tutto ciò anche se va contro quello che ho sempre pensato.

Amo le incompiutezze perchè sono un ottima scusante per tenere finestre e illusioni aperte, ne ho bisogno.

Ho bisognp di credere che nulla sia veramente definito , ho bisogno di non avere certezza nè abitudine, però stavolta non dovrà essere così.

Finirò tutto ciò che c'è da finire , cercherò di darmi qualche possibilità e poi m'illuderò di cercarne altrove.

Ho sempre bisogno di pensare che ci sia qualcosa da qualche parte , qualcosa per cui mi senta adeguata e finalmente in pace , giro ma non lo trovo in niente . C'è pace solo quando sono in moto , dentro un treno , un pullaman o in una strada mentre cerco di orientarmi .

Solo in questo c'è gusto , il resto è pura indifferenza.

L'idea di compiere un viaggio o scoprire una  città in sè non ha nulla di speciale se prima non ho immagini mentali di essa , altrimenti è solo un macinare chilometri.

Per questo adesso ho bisogno di avere "immagini mentali" del mio futuro , altrimenti sarebbe un puro macinare secondi.




permalink | inviato da dipingimieiokki il 27/9/2009 alle 20:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
16 settembre 2009
hemingway

 

Sono tornata.

Rieccomi a casa , finalmente .

Ciao casa.

Non farò del facile sentimentalismo dicendo che il viaggio più bello è quello che ti riporta a casa ma...  per me in questo momento è proprio così.

Non importa se la caldaia è ancora rotta, se questo mese andrà come andrà e bisognerà sacrificarsi un pò.

Non conta la coltre di polvere che sembra rovinarmi il momento e il senso opprimente di chiuso che mi ritrovo appena aperta la porta, non conta il tono accusatorio con cui le pareti sembrano dirmi "ecco chi ritorna dopo averci abbandonato ."

Non m' impressiona la pila di Repubblica ammassati in salone da dover leggere ed ordinare , non spaventano tutte le cose lasciate a metà che adesso dovrò decidermi a finire.

Faccio un giro veloce della casa come per assicurarmi che nulla sia cambiato e che ci sia sempre il solito familiare disordine ad attendermi .

 Sono felice , sono a casa , la mia disordinata , caotica , immensa casa. Mi lascio cadere nel divano in cucina godendomi il mio personale silenzio di benevenuto .

 Per un attimo vorrei accendere la tv , giusto per sapere se la lega ha fatto qualche altra proposta dopo le insolazioni estive , chessò magari adesso potrebbero vietare i matrimoni , terun con terun e pura razza padana intatta.

Ma non ho voglia di rovinarmi la giornata , nè tantomeno di fare vittimismo così preferisco optare per un ben più intelligente silenzio.

Lascerò ai prossimi post un resoconto un tantino più esauriente di cinque mesi , adesso ho solo voglia di godermi questo senso di ritorno.

Basterà solo dire che il porto di Lisbona mi ricordava Castellammare e che le banlieue parigine sembravano le palazzine di Scafati , ma tutto questo è dannatamente da provinciali.

Per ora sono solo felice di sentirmi  a casa , finalmente.




permalink | inviato da dipingimieiokki il 16/9/2009 alle 2:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 37468 volte

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

QuickPost Free Image Hosting at www.ImageShack.us

QuickPost Free Image Hosting at www.ImageShack.us

QuickPost Free Image Hosting at www.ImageShack.us

QuickPost



IL CANNOCCHIALE